Fondazione Ansaldo

Italian
Fondazione Ansaldo
 
realizzata presso il Circolo Luigi Rum della Culmv
Enrico Denegri nasce a Genova nel 1936 proveniente da una famiglia di portuali "chiattaioli". Dopo una breve esperienza lavorativa all'Olivetti, con grande sorpresa dei suoi capi si licenzia per seguire la tradizione familiare e andare a lavorare nel porto, anche lui come "chiattaiolo" (le chiatte di legno erano barconi dove venivano scaricate le merci dalle navi). In quel periodo i turni erano massacranti: dalle sei di mattina alle otto di sera. Dopo dieci anni di avventizio, nel 1964, diventa socio della Culmv. Denegri ricorda in particolare i problemi della sicurezza: più di una volta è caduto in mare e un suo stretto parente è morto in un incidente sul lavoro. Ciononostante considera il lavoro portuale un bel lavoro perché si svolge in libertà; il lavoro variava continuamente a seconda della merce da sbarcare o imbarcare e richiedeva inventiva e capacità manuali straordinarie. Va in pensione nel 1987, a soli 51 anni; si tratta di una decisione sofferta, ma alla fine accetta per lasciare il posto ai giovani. Anche il figlio (la quarta generazione della famiglia) lavora in porto. A partire dal pensionamento Denegri ha continuato a prestare la sua opera di volontario nel circolo ricreativo della Culmv.  
 

Archivi e Raccolte


   palazzo_ducale_genova_logo_tif_big.jpg genovastabile.jpg  carlofelice_logo.gif   GI_Logo_horizontal_green_sRGB-200px.jpg InGe2019

Fondazione Ansaldo usa cookies per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente.
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. Per conoscere i cookies usati da questo sito, vi invitiamo a leggere la privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.