Fondazione Ansaldo

English
Fondazione Ansaldo
 
realizzata nella sua abitazione

Elsa Pastorino è nata a Genova-Sestri ponente nel 1918. Dopo la scomparsa del padre, morto a 50 anni di broncopolmonite a causa delle condizioni di lavoro, viene affidata allo zio. All'età di 15 anni viene assunta alla "Ceramica Vaccari" dove rimane fino al 1942. Lavorava nel reparto delle "piastrelline" e si respirava tanta polvere che penetrava nei polmoni. Una signora della stessa fabbrica che svolgeva mansioni direttive le offre di andare a lavorare come "donna di servizio" nella sua casa, Elsa accetta e stabilisce un buon rapporto di amicizia oltre che di lavoro. Il marito, classe 1908, era operaio alla "San Giorgio" e lo ricorda come un grande lavoratore: durante l'estate faceva il bagnino e l'inverno il bigliettaio al cinema. Elsa Pastorino ama scrivere poesie in dialetto genovese e ha pubblicato diverse raccolte. Tutta l'intervista si è svolta in genovese. 

movie

 

Archives and Collections


   palazzo_ducale_genova_logo_tif_big.jpg genovastabile.jpg  carlofelice_logo.gif   GI_Logo_horizontal_green_sRGB-200px.jpg InGe2019

Fondazione Ansaldo usa cookies per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente.
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. Per conoscere i cookies usati da questo sito, vi invitiamo a leggere la privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.